08/2/2010 Napoli, campagna elettorale alla presidenza della regione di Vincenzo De Luca.

«Mentre i partiti continuano a litigare per una poltrona noi stiamo lavorando duramente su contenuti e programma. Mentre in Campania ed in particolare in provincia di Salerno i vari De Luca, Alfieri e company sono impegnati in prove di forza per spartirsi poltrone in base ai loro “presunti voti”, noi come sempre procederemo con trasparenza nella scelta dei nostri futuri Portavoce che saranno votati su Rousseau da tutti gli iscritti certificati. Come detto dal nostro candidato Presidente del Consiglio non ci saranno parlamentarie prima dello scioglimento delle Camere», dichiara Angelo Tofalo, del Movimento 5 Stelle.

E aggiunge: «Non esistono pacchetti di voto, esistono cittadini liberi che saranno chiamati a scegliere i propri rappresentanti nelle istituzioni. Il M5S è pronto a sfidare soprattutto nei collegi uninominali i “grandi partiti”. De Luca junior, uno che nel CV può vantare di essere “figlio di governatore”, dimostri almeno di sapersi guadagnare la “pagnotta” e si candidi nel collegio uninominale. Lo farà? gli basteranno i voti del papà? staremo a vedere… noi saremo prontissimi».