A Roma volo dal Bangladesh con 215 a bordo: tamponi a tutti

0
132

Un volo proveniente da Dacca (Bangladesh) con 215 passeggeri a bordo ha fatto scattare i controlli anti-Coronavirus all’aeroporto di Fiumicino. A Roma e in generale nel Lazio, infatti, gli ultimi contagi registrati di recente riguardano in particolare alcuni componenti della comunità del Bangladesh (saliti oggi a 39, ndr) e la Regione Lazio ha varato un’ordinanza che dispone test molecolari in aeroporto. I tamponi sono stati fatti in stretto raccordo con l’Usmaf (Ufficio di sanità marittima aerea e di frontiera), oltre che con la società di gestione Aeroporti di Roma.

I 215 passeggeri bangladesi del volo speciale della Biman Bangladesh Airlines (Bg4165) appena arrivato a Fiumicino da Dacca, subito dopo lo sbarco dall’aereo, avvenuto dopo quello dei bagagli, distanziati peraltro l’uno dall’altro per motivi di sicurezza, scortati dalla Polizia di Frontiera sono quindi entrati all’interno del terminal 5, attualmente non operativo e lontano dagli altri terminal, per essere sottoposti a test anti Covid.

Presenti anche l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, il Direttore sanitario dello Spallanzani, Francesco Vaia e il Direttore operativo Adr, Ivan Bassato. Dopo aver misurato la temperatura corporea, personale medico del Ministero della Salute, della Croce Rossa Italiana, della Asl Roma 3, del Pronto Soccorso Adr e dell’Usmaf ha quindi provveduto ad eseguire il test sierologico in grado di dare il responso nel giro di 15/18 minuti.

Predisposto anche un tampone naso-faringeo in caso di positività ed il successivo accompagnamento presso un albergo situato nei pressi dell’aeroporto ed attendere lì il risultato che nell’arco di 24 ore, se confermato, prevede quindi il successivo ricovero in ospedale. Per ciascuno dei passeggeri analizzati, una volta lasciato l’aeroporto, c’è poi l’obbligo di osservare una quarantena fiduciaria presso le proprie abitazioni o dimore.