Alberi abbattuti sul Monte Faito: denunciati i proprietari delle case


445

«La Città Metropolitana di Napoli agirà in modo determinato e incessante per fermare lo scempio ambientale sul Monte Faito». Ad annunciarlo il vicesindaco Metropolitano, Salvatore Pace, con delega alla tutela delle Aree protette. «Dopo il taglio, rilevato nelle scorse settimane, perpetrato da un privato per far sì che la sua villa non avesse intralci alla vista del panorama, oggi una pattuglia della Polizia Metropolitana ha sequestrato un’area di circa 1600 mq disboscata a Monte Faito nel Parco regionale dei Monti Lattari».



Gli agenti della Polizia di piazza Matteotti hanno constatato il taglio di decine e decine di giovani alberi di castagno e l’accatastamento sul posto di tronchi e ramaglia. Il taglio abusivo senza alcuna autorizzazione né della Città Metropolitana né dell’Ente Parco è stato effettuato sul sentiero del crinale che va dal piazzale della funivia al santuario di San Michele. È stato così, tra l’altro, violato l’art. 181 del Decreto legislativo 42/04 che tutela i beni paesaggistici.

Sono in corso indagini da parte della Polizia Metropolitana di Napoli per individuare i responsabili del reato.
«Ma – continua Pace – non è l’unico crimine rilevatooggi: sempre sul Monte Faito, lungo la strada privata che porta a Castellammare, la Polizia Metropolitana ha sequestrato un manufatto abusivo in legno e ferro in stato di abbandono al cui interno sono stati rinvenuti rifiuti ed in particolare lastre di cemento amianto, oltre a due fusti contenenti catrame. I rifiuti verranno segnalati al Comune per la rimozione e la bonifica».

«In un momento in cui la Città Metropolitana, impegnata a fondo nell’attuazione della strategia ‘Ossigeno Bene Comune’, sta investendo decine di milioni di soldi pubblici nella ripiantumazione di alberi in tutto il suo territorio, è bene che speculatori e criminali sappiano che nulla resterà impunito e che non ci fermeremo fin quando i criminali non saranno assicurati alla Giustizia», aggiunge il vicesindaco.

Al riguardo è intervenuta anche Lucia Rea, Comandante della Polizia Metropolitana: «Il sequestro effettuato stamani dalla Polizia Metropolitana sul monte Faito nel territorio protetto del Parco regionale dei Monti Lattari,  sito di importanza comunitaria ai sensi della direttiva dell’Unione  europea habitat 92/43/CEE, di un’area disboscata illegalmente e del manufatto abusivo contenente  amianto, è l’ennesimo segnale dell’efficacia del Corpo di Polizia Metropolitana sul territorio nel contrastare tutti i reati ambientali. Indagheremo per individuare i responsabili di tali illeciti, intensificando il controllo del territorio».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE