Brexit, tempi duri per gli europei: “Visto solo a chi ha un lavoro qualificato e parla inglese”


L'obiettivo del Regno Unito è garantirsi l’accesso soltanto di persone “qualificate e talentuose”

79

Gli effetti della Brexit sugli europei. Se avete in mente di trasferirsi nel Regno Unito per imparare l’inglese, magari lavorando come cameriere o lavapiatti, allora lasciate state. Sì, perché dall’1 gennaio 2021 il visto sarà concesso soltanto a chi sa già parlare l’inglese e a chi verrà offerto un lavoro da 25mila sterline l’anno in su.



Sarà introdotto un sistema a punti (il minimo è 70), attraverso il quale il Regno Unito si garantirà l’accesso soltanto di persone “qualificate e talentuose”. Finito il periodo di transizione post Brexit, le frontiere saranno sbarrate a tutti coloro che non hanno dimestichezza con l’inglese. L’obiettivo, come sottolineato da Repubblica, è eliminare “un sistema migratorio distorto dalla libertà di circolazione europea”.

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE