Camorra, scarcerato Pignataro: è uno dei killer della piccola Simonetta Lamberti

0
521

Il tribunale di Nocera Inferiore ha accolto l’istanza del legale di Antonio Pignataro, concedendo a quest’ultimo l’obbligo di dimora nello stesso comunale, con il divieto di uscire dalla sua abitazione dalle 22 di sera fino alle 8 del mattino seguente. Lo storico affilato alla Nuova camorra organizzata di Raffaele Cutolo, poi passato alla Nuova Famiglia, nonché responsabile dell’omicidio di Simonetta Lamberti, figlia dell’allora procuratore di Sala Consilina, Alfonso, avvenuto a Cava de’ Tirreni nel lontano 1982, aveva chiesto di essere trasferito ai domiciliari per guarire dai due tumori al polmone destro.

I giudici hanno accolto la sua richiesta, sottoponendolo all’obbligo di dimora. Dopo oltre due anni per decorrenza dei termini di custodia, dunque, il pregiudicato 60enne, che dal 2015 stava scontando la sua pena agli arresti domiciliari, è dunque uscito dal carcere di carcere di Opera, a Milano, giorni fa, facendo il suo ritorno a Nocera Inferiore.