Campania, M5S: «Valle dei Mulini sarà ecomuseo all’aperto. Giunta assente»


149

NAPOLI. «A Gragnano, la Valle dei Mulini è ancora all’anno zero, registriamo piccoli passi in avanti sulla vicenda degli scarichi fognari abusivi ma restano drammaticamente irrisolti i problemi connessi al collettore fognario che porta le acque nere mescolate a quelle bianche e che sfociano a valle. Con le piogge intense   tutto finisce a mare inquinando le acque». Lo dice Luigi Cirillo, consigliere del Movimento 5 Stelle nel corso dell’audizione da noi richiesta in Commissione Ambiente con la presenza di Arpac, Gori, sindaco di Gragnano e le associazioni ambientaliste del territorio per individuare i problemi e trovare le soluzioni. «C’è da stigmatizzare l’assenza dei rappresentanti della Giunta regionale in Commissione  – sottolinea Cirillo – nonostante siano stati più volte sollecitati sul tema anche attraverso interrogazioni desolatamente rimaste senza risposta e ordini del giorno mai messi in votazione». «Constatiamo che da quando il Movimento 5 Stelle ha posto per primo la vicenda dell’inquinamento della Valle dei Mulini all’attenzione del Consiglio regionale – aggiunge il consigliere – è stata una rincorsa di tutte le forze politiche a contendersi la scena. Al Movimento 5 Stelle sta a cuore che si intervenga sulla Valle dei Mulini – prosegue – affinché si restituisca un luogo di straordinario valore paesaggistico e culturale al territorio di Gragnano. Lanceremo una proposta di trasformare la Valle dei Mulini – conclude Cirillo – in un ecomuseo all’aperto e sostenere un circuito turistico enogastronomico che punti sulle eccellenze locali».



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE