Casalesi e politica: arrestate 70 persone, è terremoto tra consiglieri regionali e sindaci


247

Nell’ambito dell’operazione denominata The Queen sui rapporti tra politica e gruppo Zagaria del clan dei Casalesi, il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di finanza tra Napoli e provincia, il Casertano, Salerno e provincia, Benevento e provincia, Chieti, L’Aquila, e Nuoro, in collaborazione con i Reparti territorialmente competenti, ha eseguito una misura cautelare che riguarda 71 indagati; per 32 il gip ha disposto il carcere, a 36 ha concesso i domiciliari, 2 sono misure di interdizione e una di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Complessivamente sono 13 i reati di corruzione e 15 quelli di turbativa d’asta considerati nelle contestazioni agli indagati, in alcuni casi aggravati dalle finalita’ mafiose; in tre casi si contesta il concorso esterno in associazione a delinquere di stampo mafioso e l’essere organici al clan dei Casalesi. Eseguiti anche 10 decreti di perquisizione e contestuale sequestro e un decreto di acquisizione documentazione presso enti pubblici. L’indagine ha mostrato l’operativita’ di un gruppo di ‘colletti bianchi’, funzionari pubblici, commercialisti, architetti, ingegneri, professori universitari, e politici in grado di incidere in maniera determinante sull’aggiudicazione delle gare di appalto espletate dagli enti pubblici, in favore di imprese predesignate, alcune delle quali riconducibili a persone vicine al clan dei Casalesi.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE