Colpita al petto dal razzo, Antonella resta in rianimazione


579

I festeggiamenti per il Capodanno nel Sannio si sono chiusi con un bilancio pesante. Sant’Agata de’ Goti, centro di undicimila abitanti della provincia di Benevento, è stato teatro di una notte di follia. Un grosso petardo è stato fatto esplodere intorno all’1,40 in piazza Trieste, all’esterno della tensostruttura dove la cittadinanza si era ritrovata per brindare al nuovo anno. Le schegge dell’ordigno hanno bucato la parete in pvc del tendone e colpito al petto una donna di 36 anni, Antonella Tuosto, che in quel momento era all’interno della struttura con il fidanzato, perforandole un polmone.



Così quella che doveva essere una notte di festa per salutare l’arrivo del 2019, organizzata nella piazza del paese dall’amministrazione comunale per permettere ai ragazzi di potersi divertire in tranquillità senza essere costretti a spostarsi in auto per raggiungere locali e centri vicini, ha avuto un epilogo drammatico. Le condizioni della 36enne di Sant’Agata sono gravi. È ricoverata nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale «Rummo» di Benevento dopo essere stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico per la rimozione della scheggia che le aveva perforato il polmone.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE