Coronavirus a Napoli, altri contagi al Cardarelli i sindacati: «Situazione desolante»

0
272

«Barelle ammassate nei corridoi, pazienti che rischiano di non poter avere le cure necessarie e tempestive in pronto soccorsi affollati e difficili da gestire anche per operatori sanitari preparati ed efficienti come ce ne sono tanti in Italia nel nostro Mezzogiorno: e poi carenza di personale, turni troppo spesso costruiti con confusione e approssimazione, dinamiche organizzative lacunose affidate a gestioni regionali eccessivamente autonome, manca uno Stato forte, capace di rifare, e bene, le regole sanitarie». Così Antonio De Palma, presidente nazionale del Nursing Up, Sindacato infermieri italiani, commentando la vicenda delle 11 persone contagiate dal Covid19 all’ospedale Cardarelli di Napoli. «Tutto questo – denuncia – mette in discussione prima di tutto la salute dei cittadini, e poi, nel pieno di una emergenza che ancora non ci ha voltato le spalle, compromette anche l’integrità fisica dei nostri infermieri e dei medici».