Coronavirus a Napoli, San Gennaro fa il miracolo a porte chiuse nel Duomo

0
263

Il sangue di San Gennaro si è sciolto alle 19.04 durante un rito a porte chiuse a causa del coronavirus. Niente processione per la memoria della traslazione della reliquia di San Gennaro. Per l’emergenza coronavirus, l’arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepe ha celebrato dalle 19 in solitaria via streaming, dal duomo di Napoli. Quest’anno non si è tenuta quindi la tradizionale processione dal Duomo alla Basilica di Santa Chiara in ricordo della traslazione delle Reliquie dell’Agro Marciano alle Catacombe di San Gennaro. Pertanto, l’ampolla con il Sangue, nella cassaforte alle spalle dell’altare della Cappella del Tesoro, è stata prelevata dal cardinale Sepe che, da solo, l’ha portata sull’altare maggiore della Cattedrale per dare inizio alla celebrazione.

Al termine della messa, Sepe ha riportato l’ampolla nella Cappella. Secondo la tradizione, nel pomeriggio del sabato che precede la prima domenica di maggio, si è sempre tenuta la processione dal Duomo alla chiesa di Santa Chiara, con la teca contenente il sangue e con il busto del Santo Patrono di Napoli e della Campania, unitamente alle statue di alcuni Santi compatroni.