Coronavirus, Borrelli avverte: «Il Sud è ancora a rischio, non so quando ne usciremo»

0
2243

«La situazione nei territori del Nord resta la più drammatica, mail Sud è ancora a rischio. Nessuno può e deve pensare di poter abbassare la guardia: il virus ha dimostrato di poter attraversare oceani e continenti». Così il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, in un’intervista rilasciata a Fiorenza Sarsazini per il Corriere della Sera in cui sottolinea: «Non sappiamo quando ne usciremo. Una cosa però è certa: senza le misure messe in campo dal governo, le nostre strutture ospedaliere avrebbero sofferto molto di più e oggi conteremmo un numero di morti decisamente superiore».

A emergenza finita, «temo che ripercorrere quel metro che oggi ci separa sarà molto difficile: con le necessarie pratiche di prevenzione ne abbiamo interiorizzato anche paure ed ansie, dovremmo essere abili a riavvicinarci all’altro gradualmente, senza perderne la fiducia, coltivando la tenerezza», afferma Borrelli. «Mi auguro che possa riemergere un sentimento di comunità e che il bene comune torni ad avere la giusta quota di attenzione e di cura. Sarà la condizione indispensabile per dare un futuro di speranza alla nostra gente e soprattutto alle generazioni future».