Coronavirus cinese, falso allarme per la donna ricoverata al Cotugno: è influenza AH3


423

È salito a 41, dopo un susseguirsi di bollettini medici, il numero delle vittime del coronavirus in Cina. I casi accertati nel Paese sono 1.300 e il contagio sbarca in Europa con tre pazienti conclamati in Francia. In Italia è stato escluso, dopo i controlli, un caso sospetto a Napoli: la donna di 63 anni giunta dallo Sri Lanka con febbre alta e gravi problemi respiratori e ricoverata in isolamento all’ospedale Cotugno è affetta da «semplice influenza», come precisa il ministero della Salute dopo l’allarme nella notte. “Banale influenza” ha reso noto anche il console dello Sri Lanka a Napoli, Carmine Capasso che, dopo la diffusione della notizia del ricovero, si è messo in contatto con la nutrita comunità cingalese a Napoli per rassicurarla.



Dal canto suo, la Cina tenta di far fronte con tutti i mezzi ad una epidemia che sembra diffondersi a gran velocità, e proprio alla vigilia del Capodanno lunare in cui feste e manifestazioni favoriscono il contagio. Tredici città sono state isolate, chiuse la Grande Muraglia e la Città proibita. Vietata la vendita di pacchetti turistici. A Wuhan è in costruzione un nuovo ospedale, quelli esistenti non bastano più. Giunti in aereo da Pechino 450 ufficiali medici esperti. Si lavora a un vaccino che potrebbe essere pronto in tre mesi, secondo l’immunologo Fauci.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE