Coronavirus, l’Italia blocca l’ingresso a chi arriva da 13 Paesi a rischio L’ELENCO

0
311

Coronavirus. Vietato l’ingresso in Italia alle persone che nei 14 giorni antecedenti hanno soggiornato o sono transitati nei seguenti Paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana. Ossia i 13 Paesi a rischio.

E’ quanto prevede un’ordinanza che dispone il divieto di ingresso e transito nel Paese firmata il ministro della Salute Roberto Speranza, sentiti i ministri degli Esteri, dell’Interno e dei Trasporti. Al fine di garantire un adeguato livello di protezione sanitaria sono sospesi anche i voli diretti e indiretti da e per questi Paesi. «Nel mondo la pandemia è nella sua fase più acuta – spiega Speranza – Non possiamo vanificare i sacrifici fatti dagli italiani in questi mesi. È per questo che abbiamo scelto la linea della massima prudenza». Per garantire un adeguato livello di protezione sanitaria sono sospesi anche i voli diretti e indiretti da e per i Paesi indicati nell’ordinanza. La scelta, sottolinea Speranza, è stata quella della «massima prudenza».

Intanto la Protezione civile ha diramato il bollettino legato ai casi di coronavirus in Italia, aggiornato alle ore 17 di oggi, 9 luglio. I contagiati complessivi dall’inizio dell’epidemia sono adesso 242.363, dei quali 193.978 sono guariti (l’80%) e 34.926 sono deceduti. In questo momento le persone affette dal coronavirus in Italia sono 13.459.