Il Comune di Napoli è salvo dallo spettro del dissesto finanziario: l’incontro di oggi a Roma, tra governo ed amministrazione cittadina, ha fatto sì che si trovasse l’accordo sul debito di Palazzo San Giacomo al Consorzio Cr8.

«L’incontro di oggi a Roma tra i vertici di Palazzo Chigi e quelli del Comune di Napoli è andato bene: si è trovato l’accordo sulla ripartizione del debito CR8», ha reso noto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

«Nei prossimi giorni verrà definito formalmente l’accordo – prosegue il sindaco – e questo aprirà la strada per l’eliminazione dell’intero pignoramento sulla cassa del Comune di Napoli. Esprimiamo soddisfazione per l’incontro di oggi. Comincia ora il secondo tempo, che consiste nell’eliminazione del paradosso, dell’ingiustizia e della beffa di sanzioni che sono derivate da un debito del 1981 che mai era stato pagato».

Verranno quindi innanzitutto sbloccati i 97 mln pignorati dalle casse del Comune. Resta da risolvere il nodo  della sanzione da oltre 100 milioni che la Corte dei Conti ha disposto, dovuta al fatto che il Comune di Napoli non aveva inserito il debito al Cr8 in bilancio.