Crollo in un cantiere a Napoli: due operai morti sotto alle macerie

0
197

Due operai nord africani estratti vivi dalle macerie e due persone decedute: un italiano e un altro extracomunitario. E’ questo il bilancio, ancora non definitivo, del crollo avvenuto intorno alle 12.30 nel quartiere Pianura di Napoli. L’incidente tra via Archimede e via Caianiello, un dedalo di stradine a ridosso di via Montagna Spaccata. Per le due vittime, travolte dal muro di contenimento che ha ceduto e dallo smottamento di terreno, non c’è stato nulla da fare. Estratte ancora vive, invece, altre due persone che sono state trasportate in ospedale a bordo delle ambulanze accorse sul posto insieme ai carabinieri, alla polizia municipale e ai vigili del fuoco che hanno lavorato ininterrottamente per estrarre tutti dalle macerie. Gli operai stavano lavorando in un cantiere edile dove, sembra, si stesse realizzando una sopralevazione a uno stabile. Sul luogo dell’incidente anche il magistrato di turno che ha avviato un’inchiesta per accertare cosa sia avvenuto e se siano state rispettate tutte le norme in materia di sicurezza sul lavoro. Le vittime ancora non sono state identificate e occorrerà anche verificare la regolarità dei loro eventuali contratti di lavoro. Intanto l’escavatrice e i caschi rossi stanno continuando a operare per scongiurare la presenza di altre persone.