Ecco il decreto ‘Cura Italia’: misure da 25 miliardi per sanità, imprese e famiglie [VIDEO INTEGRALE]


Conte: "Manovra poderosa. Ora si può anche parlare di modello italiano economico"

136

L’ha definita “una manovra poderosa”, Giuseppe Conte. Una manovra da 25 miliardi che fa “attivare 350 miliardi di flussi”. Ecco il decreto ‘Cura Italia’, perché “nessuno – ha sottolineato il premier – deve sentirsi abbandonato. Dopo aver dato una risposta per la strategia di contrasto del contagio, ora si può anche parlare di modello italiano economico. La Ue ci segua”.



3,5 miliardi, come spiegato dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, sono destinati al sistema sanitario nazionale e alla Protezione civile.

10 miliardi di euro, invece, per il sostegno all’occupazione e ai lavoratori per la difesa del lavoro e del reddito. “Nessuno perderà il posto di lavoro” ha assicurato Gualtieri. Del decreto fa parte anche il trasporto merci.

Estesi a 12 giorni, per il periodo marzo-aprile, i permessi della legge 104. Esteso a 15, invece, il congedo parentale; previsto anche un voucher baby-sitter da 600 euro per chi necessita di curare i figli.

Per gli autonomi e i liberi professionisti – ha aggiunto il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo – stanziati 3 miliardi di euro a tutela del periodo di inattività”.

Confermato il premio di 100 per il mese di marzo per chi lavora in sede. La ministra ha quindi annunciato lo stop alle procedure per i licenziamenti avviati dal 23 febbraio in poi. Circa gli ammortizzatori sociali, verranno contemplati sia “il fondo di integrazione salariale che viene incrementato di 1,3 miliardi sia la cassa integrazione in deroga per tutti i datori di lavoro che ne potranno usufruire, anche se solo con un dipendente, e che sarà pari a 3,3 miliardi di euro”.

VIDEO INTEGRALE

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE