Focolai in Italia, 158 positivi alla Bartolini e 43 a Tnt


143

Dopo i focolai in Tnt e Bartolini, test su 70mila lavoratori della logistica. «Da qualche giorno in Emilia-Romagna assistiamo ad una cinquantina di casi positivi, oggi sono 47, un pochino meno di ieri, ma complessivamente siamo sullo stesso trend. La maggior parte sono persone asintomatiche, la metà delle quali su Bologna, soprattutto nei due cluster che abbiamo individuato e circoscritto della Tnt e di Bartolini», ha detto l’assessore alle Politiche per la Salute dell’Emilia-Romagna, Raffaele Donini, nel corso di una intervista a SkyTg24. «Con Bartolini abbiamo già 158 persone positive e Tnt siamo arrivate a 43 (ieri erano 29, ndr), per un totale di quasi 700 tamponi eseguiti – ha aggiunto Donini – sia ai lavoratori che ai loro familiari, e ai contatti dei familiari dei lavoratori. E abbiamo un ricovero in ospedale. Quindi diciamo che è una situazione circoscritta, ovviamente va assolutamente seguita con il contact tracing».



«Abbiamo pensato che dopo due focolai (alla Bartolini e alla Tnt, ndr) bisognasse intervenire con decisione, e quindi promuoveremo una ordinanza che entro il mese di luglio andrà a testare con screening sierologico tutti i lavoratori del settore della logistica, che sono circa 70mila in Emilia-Romagna, ma lo faremo perché deve essere assolutamente circoscritto questo ambito», aggiunge Donini. «Un dato positivo molto bello è che per il quarto giorno consecutivo non abbiamo decessi. E che la quasi totalità dei casi si positivizza già in isolamento, a domicilio, perché quando individuiamo un focolaio noi isoliamo tutti, lavoratori e familiari e molti si positivizzano in corso di isolamento, quindi non sono un pericolo per altri. Dobbiamo continuare ad essere tempestivi nella ricerca dei positivi».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE