Follia al pronto soccorso, dottoressa picchiata e ferita al volto


986

Una dottoressa in servizio all’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli è stata aggredita e percossa questa notte durante una consulenza in pronto soccorso. “L’aggressione di questa notte è un gesto vile e indegno. Ho sentito la dottoressa e le ho personalmente garantito che l’azienda è e sarà al suo fianco anche in tribunale. Niente può giustificare quanto accaduto, un fatto che al di là del trauma fisico ed emotivo cagionato, mette a rischio l’assistenza”, le parole del direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, nel commentare quanto avvenuto nella notte a una chirurga che a causa della violenza subita avrà una convalescenza di almeno 30 giorni per il grave trauma facciale subito. “Chi ha aggredito la dottoressa – aggiunge Verdoliva – ha aggredito ciascun medico, ciascuna infermiera e operatore dell’Asl Napoli 1 Centro, ma soprattutto ha tolto ad altri pazienti il diritto di essere assistiti”. La direzione generale dell’Asl si dice in una nota “pronta a reagire di conseguenza a queste aggressioni e ha già avviato una verifica interna volta a ricostruire quanto accaduto e a comprendere come le donne protagoniste dell’aggressione si siano introdotte – sembra addirittura ‘autorizzate’ – in pronto soccorso aggirando i divieti tassativi introdotti proprio a garanzia degli operatori”.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE