Follia nel Napoletano, il padre muore e lui perseguita la compagna per la casa

933

I Carabinieri della Stazione di Giugliano in Campania hanno dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare domiciliare emessa a carico di un 40enne di Giugliano gravemente indiziato di atti persecutori ai danni della compagna rumena del padre, da poco defunto. Le indagini sono iniziate con la querela della donna presentata a febbraio ai militari della Stazione di Giugliano nella quale si denunciavano gravi episodi di minacce e molestie che le cagionavano perdurante e grave stato di ansia e paura per l’incolumità, costringendola ad alterare le abitudini di vita finanche a limitare le uscite da casa. Dopo la morte del padre avvenuta a gennaio, il 40enne aveva preso a minacciare ripetutamente di morte la donna per farle abbandonare l’abitazione in cui conviveva con il defunto. Particolarmente intrusive le circostanze di fatti accaduti nottetempo: l’uomo aveva scavalcato incappucciato il recinto dell’abitazione per andare a danneggiare il sistema di videosorveglianza a protezione di casa della donna che poi raggiungeva, assumendo atteggiamenti ingiuriosi e minacciosi.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE