Grano per la pasta di dubbia provenienza, sequestro da due tonnellate

0
364

Quasi due tonnellate di grano duro di dubbia provenienza sottoposti a sequestro nella valle dell’Ofanto. Sono stati i carabinieri della stazione Forestale di Lacedonia, con i colleghi di Monteverde e Volturara Irpina, a compiere l’operazione nel corso di una serie di controlli finalizzati alla verifica della regolarità di fitofarmaci in vendita. Presso un’attività commerciale della Valle dell’Ofanto è stata riscontrata la mancanza del certificato di abilitazione alla vendita di prodotti fitosanitari, la mancata registrazione dei prodotti fitosanitari venduti nonché la presenza all’interno del locale adibito a magazzino di due bancali contenenti circa 70 sacchi da 25 choligrammi di grano duro, privi di indicazione di provenienza e di sistema di rintracciabilità. Oltre alle previste sanzioni amministrative per un importo complessivo di circa 6500 euro, i carabinieri hanno proceduto al sequestro amministrativo del frumento.