Grumo Nevano, dirigente comunale favorisce pratica per nipote: sospeso


345

Il gip del Tribunale di Napoli Nord ha emesso una misura interdittiva della sospensione dai pubblici uffici per tre mesi nei confronti dell’attuale responsabile dell’ufficio tecnico del Comune di Grumo Nevano. L’indagine e’ partita dal sequestro di un opificio tessile a marzo scorso nel territorio comunale. La fabbrichetta era priva di autorizzazioni nonche’ dei requisiti tecnici per i locali dove l’attivita veniva svolta, ed era gestita da un consigliere comunale, nipote dell’ indagato. Tra la documentazione presentata alla polizia metropolitana dal titolare, c’era un certificato di agibilita’, arrivato giorni dopo il sequestro, che si e’ rivelato falso e costruito ad arte. Su un modulo effettivamente in uso all’ufficio, e con un timbro originale, erano stati infatti riportati dati riferibili ad altre pratiche dell’Ufficio tecnico comunale. Anche la firma in calce al certificato falsa, disconosciuta dall’allora responsabile pro tempore.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE