I due fidanzatini si lasciano: maxi-rissa in strada tra le famiglie

0
101

Si erano tanto amati. È finita a botte, e che botte, tra famiglie: due round, uno al mattino l’altro a sera. Con mattarelli, sedie che volavano dalle finestre, bastoni, lime d’acciaio. Anche pistole trovate in casa. Una storia d’amore chiusa male si è conclusa molto peggio: con 12 denunciati e diversi feriti e contusi, a Tor Bella Monaca. Tutto è iniziato al mattino quando sarebbe iniziata una discussione poi degenerata sotto casa del ragazzo di 17 anni, lui e la ex di 16 anni. Una storia durata qualche anno, promesse d’amore eterno, poi gelosie, tradimenti, come capita spesso a quell’età. Ma non erano soli, erano in troppi. Invece, cominciamo dalla fine.

Quando verso le 21 gli uomini delle volanti sono intervenuti in via Martinafranca su segnalazione di varie persone, per una lite in strada. C’erano già le ambulanze, diversi feriti, in particolare una donna, la madre del ragazzo, ricoverata al Policlinico Casilino per un trauma cranico, «mi hanno aggredito i familiari della ex di mio figlio». Anche il marito era ferito, come i due figli e la zia, tutti sono stati portati in ospedale per sottoporsi ad accertamenti. Il nonno avrebbe detto di aver beccato solo degli spintoni. A dirimere la matassa forse a suo modo sarebbe stata la fidanzata del fratello minore del giovane protagonista della storia finita male. La mattina – ha raccontato – era andata con il ragazzo in via Iperione, perché aveva saputo che la “coppia scoppiata” stava litigando. Al loro arrivo il padre della ragazza avrebbe lanciato una sedia dal balcone rompendo il parabrezza della macchina dei due. La situazione stava per esplodere. Coinvolgendo come due clan rivali le due famiglie, che un tempo erano andate d’amore e d’accordo. Tutti giù in strada. «La mamma di lui mi ha colpita con un mattarello di legno». Non solo. Poco dopo sarebbe arrivata in blocco tutta la famiglia di lei, compreso un maresciallo dell’Aeronautica fidanzato di una figlia, armata di bastoni: da qui la rissa con diversi contusi. A casa dei familiari della ragazza gli agenti delle volanti hanno anche trovato diverse pistole detenute legalmente dal capofamiglia.