Incredibile al Pronto Soccorso, spari tra medici e pazienti: due feriti

0
710

Due feriti con colpi d’arma da fuoco, l’avvio di un’indagine dei carabinieri e l’attivazione del servizio ispettivo dell’azienda ospedaliera di Salerno. E’ il bilancio di una sparatoria avvenuta oggi vicino al presidio ospedaliero Santa Maria della Speranza di Cava de’ Tirreni. Secondo una prima ricostruzione, durante una discussione per motivi personali tra due persone avvenuta di fronte al nosocomio, una delle due ha ferito l’altra sparandole. In difesa di quest’ultima, e’ intervenuto il figlio che ha rincorso il ‘pistolero’ che, nel frattempo, era scappato. Ancora non e’ chiaro, se la persona che ha esploso i colpi d’arma da fuoco, nella colluttazione, si sia ferita da sola o se il figlio, a sua volta, abbia sparato a chi, un attimo prima, ha colpito il padre. Intanto, i due coinvolti sono in ospedale e non sono in pericolo di vita. Il figlio di uno dei due, invece, e’ in stato di fermo e si attendono provvedimenti della procura di Nocera Inferiore. L’azienda ospedaliero-universitaria di Salerno, San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, in una nota, fa sapere che “la Direzione Commissariale ha prontamente attivato il servizio ispettivo aziendale”, in quanto, nella vicenda, sarebbe coinvolto il parente di un medico.