Insultano immigrato e lo investono con l’auto: è in fin di vita


255

Lo hanno insultato per poi investirlo per ben due volte mentre era in bici. Due trentenni sono stati individuati dai carabinieri della compagnia di Anzio ( Roma) con l’accusa di tentato omicidio ai danni di un ragazzo di 24 anni, originario della Guinea, ospite di un centro di accoglienza di Aprilia. Il conducente della vettura, con precedenti per reati inerenti le sostanze stupefacenti, è stato arrestato e condotto in carcere a Velletri, mentre il passeggero, incensurato, è stato denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria. Erano le 21, come ricostruito dai carabinieri, quando il giovane extracomunitario percorreva la via Goldoni di Lavinio a bordo di una bicicletta ed è stato affiancato da un’utilitaria su cui viaggiavano i due uomini, sotto l’effetto di sostanze alcooliche e stupefacenti. Tra loro, fanno sapere i carabinieri, c’è stato un diverbio e sono volate parole, anche a sfondo razziale. Poi l’auto ha investito l’uomo in bici una prima volta, dopo avere effettuato un’inversione di marcia e, guidando contromano, lo ha investito nuovamente, lasciandolo tramortito a terra per poi dileguarsi.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE