Lascia una lettera alla famiglia e si uccide nell’agriturismo a 43 anni


342

Lascia un biglietto ai familiari, poi si toglie la vita alle prime luci dell’alba in un agriturismo dove aveva lavorato fino a qualche tempo addietro. Il dramma a Jesi di un 43nne rimarrà nelle parole scritte su un foglio per la famiglia, frasi piene di amore e richieste di perdono per il dolore che avrebbe provocato loro.



Una lettera che è adesso in mano ai carabinieri. Sul posto oltre ai militari dell’arma anche il 118, i cui sanitari hanno messo in atto un disperato tentativo di strapparlo alla morte. Esperto nella preparazione di dolci, aveva lavorato per diverso tempo in un agriturismo della Vallesina, solo di recente aveva trovato un’altra occupazione in una pasticceria.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE