Le aste: il nuovo modo di fare acquisti online


104

Le aste online sono state definite la nuova frontiera dell’e-commerce: rispetto al commercio elettronico tradizionale, siti web di questo tipo presentano caratteristiche del tutto differenti e offrono un’esperienza innovativa, cerchiamo dunque di capire di che cosa si tratta.



Le aste online seguono la medesima logica delle aste “reali”: un oggetto viene proposto al pubblico che, liberamente, può effettuare dei rilanci in relazione al proprio interesse.

La caratteristica dei siti di aste online corrisponde al fatto che ogni singolo rilancio ha un costo, un costo assolutamente esiguo, ma che tuttavia consente alla piattaforma di poter sviluppare un business.

Se un’azienda vendesse smartphone, articoli tecnologici, mobili e quant’altro di valore a poche decine di euro, non potrebbe che andare in perdita, ma questi siti web riescono comunque ad essere in positivo proprio perché generano dei guadagni attraverso dei canali differenti rispetto a quelli correlati ai prezzi di vendita finali.

Sicuramente per il consumatore la prospettiva di dover spendere qualche euro per i rilanci è comunque conveniente, a fronte di un prezzo finale neppure paragonabile a quello di listino, questo sistema è allo stesso tempo utile al sito web per generare un business che renda possibili simili svendite.

Ci sono anche degli altri canali attraverso cui siti Internet di questo tipo riescono a sviluppare un business, ovvero ad esempio le inserzioni pubblicitarie, senza trascurare la funzione “compralo subito”.

Molti dei siti di aste online, infatti, operano anche come e-commerce classici, consentendo agli utenti di poter acquistare il prodotto di interesse al suo normale prezzo di listino, bypassando il meccanismo dell’asta.

Su questi siti, dunque, è realmente possibile fare acquisti “folli”, in alcune recensioni ad esempio si parla di computer e smartphone pagati una manciata di euro: questo corrisponde a realtà, assolutamente, ma è chiaro che non rappresenta la regola.

Il prezzo finale di un’asta, infatti, non può che essere determinato dall’ammontare di rilanci effettuati dagli altri utenti: se nelle aste con molta concorrenza il prezzo tende inevitabilmente a salire, in quelle a cui prendono parte meno utenti è più probabile portare a casa quanto desiderato spendendo davvero pochissimo.

Questo deve essere dunque chiaro a chi vuol cimentarsi con le aste online, e per il neofita è senz’altro un consiglio molto importante quello di far riferimento esclusivamente a piattaforme accreditate.

Un sito web che gode di un grande blasone e che può essere considerato attendibile senza riserve è Bidoo, gestito peraltro da una start up tutta italiana.

Per iniziare a partecipare alle aste di questo sito web è necessario anzitutto registrarsi, facendo riferimento alla pagina di iscrizione, inoltre se si ha necessità di un tutorial per iniziare a muovere i “primi passi” può essere utile dare un’occhiata a questo video di Bidoo.

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE