Malore nell’orto, Daniel non riesce a chiedere aiuto e muore a 47 anni


101

Tragedia ieri in un terreno, in via Tirino, dove un uomo di 47 anni, Daniel Cucchia, nato in Svizzera e residente a San Giovanni Teatino, è stato trovato senza vita. A dare l’allarme, in tarda mattinata, è stata la mamma, preoccupata perché il figlio non era tornato a casa all’ora prevista e non riusciva a contattarlo. Purtroppo di lì a poco, è stato trovato riverso a terra, a pancia in giù, vicino ad un furgone, nell’area di un terreno di sua proprietà dove era impegnato da giorni ad effettuare dei lavoretti. Sul posto, è giunta un’ambulanza del 118, ma il medico non ha potuto far altro che constatare il decesso.



Sono stati quindi allertati i carabinieri della compagnia di Pescara per gli accertamenti e quindi il medico legale. Già da una prima ricognizione cadaverica, è venuto fuori che l’uomo sarebbe morto per un malore improvviso, probabilmente di natura cardiaca. Sul corpo, nessun segno di violenza e dunque nessun dubbio sulla morte naturale. Addosso aveva ancora la sua tuta da lavoro. Il decesso sembra risalire a qualche ora prima del ritrovamento. È probabile che si sia sentito male proprio mentre era in procinto di tornare a casa e non abbia fatto in tempo a chiedere aiuto.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE