Massacrarono carabiniere per lite viabilità: presi 3 del clan D’Alessandro

2072

I carabinieri di Sorrento e Castellammare di Stabia, a Napoli, hanno arrestato tre persone ritenute responsabili di lesioni aggravate e minacce in concorso. La notte tra il 25 e 26 agosto 2017, in piazza Umberto I a Vico Equense, dopo un diverbio scaturito per strada per una mancata precedenza ad un incrocio, aggredirono un ragazzo originario di Castellammare di Stabia e carabiniere in servizio nelle marche. Il militare venne circondato dal gruppo e minacciato di morte, percosso in testa e sul corpo con mazze da baseball e poi scaraventato a terra. Ricevute le cure al pronto soccorso di Vico Equense, la vittima risultò avere lesioni su varie parti del corpo. Gli accertamenti condotti dalla stazione carabinieri di Vico Equense e dal nucleo operativo della compagnia di Castellammare di Stabia hanno permesso di identificare gli autori della violenta aggressione dopo aver raccolto elementi probatori nei loro confronti e hanno consentito alla procura Oplontina di richiedere l’emissione degli odierni provvedimenti restrittivi. I tre uomini sono G.D’A., 45 anni, già noto alle forze dell’ordine e ritenuto affiliato al clan camorristico dei D’Alessandro, insieme ai congiunti, M. d’A., 23enne, L.d’A., 20enne, entrambi incensurati e figli di un soggetto ritenuto vicino allo stesso clan e attualmente detenuto. Quest’ultimo è accusato anche di porto di oggetti atti ad offendere.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE