Mattarella, visita in sinagoga: “Il contributo della Comunità ebraica è un pilastro del nostro Paese”


Il presidente della Repubblica al Tempio Maggiore di Roma: "La democrazia esiste perché dà voce alle diversità"

64

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha incontrato, oggi, la Comunità Ebraica di Roma al Tempio Maggiore. Un appuntamento importante in un momento estremamente delicato per l’Italia, dove gli episodi di antisemitismo si stanno moltiplicando.



“Ottantadue anni fa, l’Italia ha vissuto la vergogna delle leggi sulla razza; vi sono stati momenti drammatici pochi anni dopo, crudeli e tragici. Ma il contributo della Comunità ebraica italiana è un pilastro del nostro Paese” ha detto Mattarella.

“La nostra Costituzione –ha ricordato il Capo dello Stato – con il suo articolo 3 conclude, in maniera irreversibile e definitiva, la ricchezza degli apporti al nostro Paese, sottolineando l’eguaglianza di ciascuno e quanto sia importante rispettare le specifiche diversità di ciascuno”.

Mattarella ha poi concluso così il suo intervento: “La democrazia esiste proprio perché dà voce alle diversità, ai contributi differenti che vi sono nella società. E il contributo recato dalla Comunità ebraica nel nostro Paese è decisivo nella storia d’Italia”.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE