Matteo Renzi è giunto ieri sera alla Conferenza programmatica del Pd. Il segretario del partito si è seduto in prima fila nel Museo di Pietrarsa, a Portici, ed ha ascoltato gli interventi che si sono susseguiti sul palco. Le assise hanno preso il via in un hangar con la platea posizionata tra due ali di vagoni storici di treni. La tre giorni di lavori, aperta dall’inno di Mameli, si intitola “Italia 2020” e vede la presenza di dirigenti e parlamentari del Pd, insieme con Renzi.

Domani è prevista la partecipazione del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Tra le vecchie locomotive e maxischermi nella sala che si affaccia sul golfo di Napoli, si sono alternati gli interventi sui diversi temi. «Il museo rappresenta un pezzo di storia importante del nostro Paese», ha detto il presidente del Pd Matteo Orfini, aprendo l’evento. Fuori dal Museo alcuni ricercatori del Cnr hanno manifestato in camice bianco per protestare contro il precariato ormai “insostenibile” nel mondo della ricerca.