Miracolo della tecnologia: così una donna ha riabbracciato la piccola figlia morta 3 anni fa


Jang ha coronato un sogno grazie alla realtà virtuale

53

Nayeon era una bellissima bimba sudcoreana, strappata alla vita all’età di 7 anni a causa di un male incurabile. La madre, Jang, è riuscita ad abbracciarla ancora una volta. Ad ammirarne lo splendido sorrido e perfino a spegnere con lei le candeline per il suo compleanno. Un miracolo? No, è l’ultima frontiera della tecnologia che apre a orizzonti finora inimmaginabili.



Grazie alla realtà virtuale, la donna – a distanza di tre anni dalla scomparsa della piccola – ha potuto vedere di nuovo la sua amata figlia. Protagonista del documentario “I met you” (Ho potuto reicontrarti”) realizzato dall’emittente Munhwa Broadcasting, Jang ha indossato un visore VR attraverso il quale ha rivisto Nayeon in forma digitale interagendo con lei in una sorta di paradiso. “E’ il sogno che ho sempre voluto vivere” ha commentato la donna al termine dell’esperimento.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE