Napoletano 31enne in vacanza ucciso a colpi di pistola in America

87

Un turista italiano di 31 anni, Carlo Marigliano, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco in Arkansas nel fine settimana. La famiglia, hanno riferito i media statunitensi, si è recata nella città dove il fatto è accaduto, a Little Rock, mentre sulle circostanze della morte non c’è chiarezza. Marigliano, tassista di Napoli, era alla guida quando è stato colpito dagli spari ed è di conseguenza andato fuori strada. Secondo i familiari, stava viaggiando con degli amici negli Usa quando ha deciso di separarsi per visitare da solo alcune zone. Era di passaggio a Little Rock per raggiungere l’Arizona, con l’intenzione di trasferirsi a vivere oltreoceano. “Il popolo italiano, il governo italiano, la mia famiglia, tutti vogliamo risposte e ci aspettiamo che le autorità locali facciano tutto il possibile perché ciò accada”, ha dichiarato il familiare Fabio Vizzaccaro all’emittente locale Thv11. La testata cita inoltre la polizia, secondo cui non si sarebbe trattato di una uccisione casuale e che si dice fiduciosa che i responsabili saranno individuati. La famiglia di Marigliano spera che la salma dell’uomo, padre di due bambini, possa rientrare in Italia la prossima settimana, perché possano svolgersi i funerali a Napoli. Thv11 sottolinea che nel fine settimana due sparatorie a Little Rock hanno fatto salire il numero di omicidi nella città quest’anno a 37 (cinque dei quali negli ultimi sette giorni), avvicinandosi al totale dello scorso anno, quando furono 42.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE