Non vuole mandare la moglie a lavorare: spuntano sciabola e coltelli, arrestato


277

Un 27enne di Giugliano già noto alle forze dell’ordine ha litigato con la giovane moglie perché lei aveva manifestato la volontà di trovarsi un lavoro. L’ha aggredita a schiaffi e pugni fino quando lei è riuscita a divincolarsi e ad afferrare un coltello da cucina, con cui voleva difendersi.



Per tutta risposta lui risposta ha tirato fuori una sciabola che teneva in casa e si è parato davanti esclamando: «Se proprio vuoi ammazzarmi, ammazzami con questa!». Dopo pochi istanti la donna è riuscita comunque ad afferrare il telefono ed a chiamare il 112.
A intervenire nell’abitazione della coppia nel giro di qualche minuto, i carabinieri della stazione di varcaturo, i quali hanno immediatamente arrestato il 27enne e sequestrato la sciabola. Approfondendo la situazione familiare i militari hanno appurato che episodi simili si verificavano da circa un anno coinvolgendo anche i figli dei due ma la donna finora non aveva denunciato nulla. L’arrestato, che dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, adesso è  in carcere.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE