Piano economico della Campania contro il Coronavirus: ecco le misure per imprese e famiglie


932

Ecco in basso tutte le misure, con i particolari, del piano da 604 milioni messo in campo dalla Regione Campania per combattere la crisi economica nata con l’emergenza Coronavirus.



PIANO

PER L’EMERGENZA SOCIO-ECONOMICA

DELLA REGIONE CAMPANIA

 

– 604 MILIONI CONTRO LA CRISI –

 

 

TOTALE COMPLESSIVO RISORSE: 604.730.502 €

 

 

MISURE DI SOSTEGNO PER LE POLITICHE SOCIALI

RISORSE: 272.291.987 €

 

 

AZIONI:

 

1.      INTERVENTI A SOSTEGNO DI PERSONE IN STATO DI DIFFICOLTÀ (COMPRESA INTEGRAZIONE ECONOMICA PER DUE MESI PER LE PENSIONI AL DI SOTTO DEI 1.000 EURO) 128.361.213 €
2.      AZIONI DI SOSTEGNO AI SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI SUL TERRITORIO 98.560.384 €
3.      INTERVENTI PER IL RECUPERO E LA REDISTRIBUZIONE DELLE ECCEDENZE ALIMENTARI 2.400.000 €
4.      ULTERIORI AZIONI PER LE PERSONE IMMIGRATE NEGLI INSEDIAMENTI INFORMALI DEL BASSO SELE, DI CASTEL VOLTURNO E COMUNI LIMITROFI 3.748.880 €
5.      MISURE DI SOSTEGNO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO 10.000.000 €
6.      POTENZIAMENTO SERVIZI SOCIALI MEDIANTE ANTICIPAZIONE RISORSE AGLI AMBITI TERRITORIALI 15.221.510 €
7.      INTERVENTI A FAVORE DELLE FAMIGLIE CON FIGLI AL DI SOTTO DI 15 ANNI 14.000.000 €

 

In particolare, tra le misure di maggiore rilevanza e con impatto immediato, si segnala quella relativa al sostegno straordinario a favore dei pensionati titolari di pensioni sociali e di assegni sociali (75.665 persone): nei mesi di maggio e di giugno prossimi, a tutti i pensionati che percepiscono dall’INPS un importo mensile inferiore a 1.000 euro la Regione Campania erogherà un contributo tale da garantire i 1.000 euro al mese.

Poiché l’importo medio mensile erogato dall’INPS a questi soggetti è pari a 497 euro, la Regione Campania coprirà mediamente i restanti 503 euro.

 

 

******

 

 

MISURE DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE, AI PROFESSIONISTI/LAVORATORI AUTONOMI E ALLE AZIENDE AGRICOLE E DELLA PESCA

RISORSE: 228.000.000€

 

AZIONI:

 

1.      BONUS A MICROIMPRESE A FONDO PERDUTO 80.000.000 €
2.      COSTITUZIONE FONDO DI LIQUIDITÀ CONFIDI 13.000.000 €
3.      BONUS A PROFESSIONISTI/LAVORATORI AUTONOMI 80.000.000 €
4.      CONTRIBUTI AZIENDE IN CONSORZI ASI 5.000.000 €
5.      BONUS AD AZIENDE AGRICOLE E DELLA PESCA 50.000.000 €

 

In particolare, tra le misure di maggiore rilevanza e con impatto immediato, si segnalano le seguenti:

  • alle microimprese (imprese artigiane, commerciali, di servizi o industriali con meno di 10 addetti e fino a 2 milioni di euro di fatturato), che rientrano nei settori colpiti dall’attuale crisi economico-finanziaria, viene erogato nel mese di aprile un contributo una tantum di 000 euro; tale misura viene attuata anche mediante la collaborazione istituzionale del sistema delle Camere di Commercio e dei Dottori Commercialisti; si stima di sovvenzionare circa 40.000 imprese;
  • ad una platea di circa 000 professionisti/lavoratori autonomi (che hanno fatturato meno di 35.000 euro nel 2019 e che autocertifichino una riduzione delle attività nei primi 3 mesi del 2020) viene erogato nel mese di maggio un assegno individuale una tantum di 1.000 euro ad integrazione di quello già riconosciuto dal Governo nazionale con il DL 18/2020 (Cura Italia); tale misura viene attuata anche mediante la collaborazione istituzionale dell’INPS e delle Casse di previdenza degli ordini professionali.

 

 

*******

 

 

MISURE DI SOSTEGNO PER LA CASA

RISORSE: 45.438.515 €

 

AZIONI:

 

1.      CONTRIBUTI SULL’AFFITTO PER GLI AFFITTUARI DEL PATRIMONIO PRIVATO (BANDO REGIONALE) 24.987.841 €
2.      SOSTEGNO AL FITTO DELLE ABITAZIONI PRINCIPALI PER SITUAZIONI DI EMERGENZA SOCIO/ECONOMICA 6.450.674 €
3.      FONDO DI SOLIDARIETÀ INQUILINI ERP 8.000.000 €
4.      SOSTEGNO AL FITTO DEI LOCALI COMMERCIALI PATRIMONIO ERP 1.000.000 €
5.      CONTRIBUTI SUI MUTUI PRIMA CASA 5.000.000 €

 

 

*******

 

 

MISURE DI SOSTEGNO PER IL COMPARTO DEL TURISMO

RISORSE: 30.000.000 €

 

AZIONI:

 

1.      SOSTEGNO AI LAVORATORI STAGIONALI IMPIEGATI IN ATTIVITÀ ALBERGHIERE ED EXTRA ALBERGHIERE AD INTEGRAZIONE DEL CONTRIBUTO NAZIONALE     30.000.000 €

 

Tale sostegno è di rapida corresponsione in quanto erogato direttamente dall’INPS attraverso le proprie banche dati. Secondo i dati forniti da Federalberghi Campania, la platea degli aventi diritto è di circa 25.000 lavoratori per un importo di 300 euro mensili ciascuno per 4 mensilità.

 

 

*******

 

 

MISURE DI SOSTEGNO PER SPECIFICI COMPARTI DELL’AGRICOLTURA

RISORSE: 29.000.000€

 

AZIONI:

 

1.      COMPARTO BUFALINO

Misura di biosicurezza per le aziende bufaline

Compensazione per impiego latte nella razione alimentare

 

19.000.000 €
2.      COMPARTO FLOROVIVAISTICO

Compensazioni finanziarie per crisi sanitaria pubblica Covid-19

 

10.000.000 €

 

 

 

 

 

 

EMERGENZA COVID-19: MISURE DI SOSTEGNO PER LE POLITICHE SOCIALI

 

 

 

QUADRO FINANZIARIO GENERALE

 

MISURA TOTALE
1.    INTERVENTI A SOSTEGNO DI PERSONE IN STATO DI DIFFICOLTÀ (COMPRESA INTEGRAZIONE ECONOMICA PER DUE MESI PER LE PENSIONI AL DI SOTTO DEI 1.000 EURO) 128.361.213 €
2.    AZIONI DI SOSTEGNO AI SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI SUL TERRITORIO 98.560.384 €
3.    INTERVENTI PER IL RECUPERO E LA REDISTRIBUZIONE DELLE ECCEDENZE ALIMENTARI 2.400.000 €
4.    ULTERIORI AZIONI PER LE PERSONE IMMIGRATE NEGLI INSEDIAMENTI INFORMALI DEL BASSO SELE, DI CASTEL VOLTURNO E COMUNI LIMITROFI 3.748.880 €
5.    MISURE DI SOSTEGNO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO 10.000.000 €
6.    POTENZIAMENTO SERVIZI SOCIALI MEDIANTE ANTICIPAZIONE RISORSE AGLI AMBITI TERRITORIALI 15.221.510 €
7.    INTERVENTI A FAVORE DELLE FAMIGLIE CON FIGLI AL DI SOTTO DI 15 ANNI 14.000.000 €
TOTALE 272.291.987

 

 

 

SINGOLE MISURE PREVISTE

 

 

AZIONE 1.:           INTERVENTI A SOSTEGNO DI PERSONE IN STATO DI DIFFICOLTÀ (COMPRESA INTEGRAZIONE ECONOMICA PER DUE MESI PER LE PENSIONI AL DI SOTTO DEI 1.000 EURO)

 

1.1 Sostegno straordinario a favore dei pensionati titolari di pensioni sociali e di assegni sociali (75.665 persone): nei mesi di maggio e di giugno prossimi, a tutti i pensionati che percepiscono dall’INPS un importo mensile inferiore a 1.000 euro la Regione Campania erogherà un contributo tale da garantire i 1.000 euro al mese.

Poiché l’importo medio mensile erogato dall’INPS a questi soggetti è pari a 497 euro, la Regione Campania coprirà mediamente i restanti 503 euro.

 

Potrà essere utilizzato per le seguenti spese:

  • servizi di assistenza socio – sanitaria domiciliare;
  • servizi a domicilio per la consegna della spesa alimentare, l’acquisto medicinali, commissioni varie;
  • acquisto di strumenti informatici o tecnologie per favorirne l’autonomia;
  • acquisto di dispositivi igienico sanitari di protezione individuale.

Beneficiari:     pensionati titolari di assegni sociali e pensioni sociali che percepiscono dall’INPS un importo mensile inferiore a 1.000 euro: 75.665 persone

 

RISORSE FINANZIARIE: € 87.467.557

Tempi: si prevede di erogare i contributi in occasione delle mensilità di maggio e giugno 2020

 

 

1.2 Prestazione dei servizi sociali con priorità ai soggetti indigenti, attuata dagli Ambiti territoriali, mediante l’impiego delle risorse a loro assegnate

 

RISORSE FINANZIARIE: € 10.387.720 Fondo Povertà (risorse Nazionale)

 

TEMPI: immediata attribuzione di risorse agli ambiti Territoriali della Campania

 

 

1.3 Erogazione di bonus rivolti alle persone con disabilità, non coperte dal Fondo Non Autosufficienti. Tale misura può essere rivolta, in primo luogo, ai bambini con disabilità (anche autistica) in età scolare ed eventualmente essere estesa ai disabili non gravi con ISEE basso. La platea di destinatari, attualmente stimata in circa 51 mila unità, dovrà essere definita sulla base degli elenchi che verranno forniti dalle ASL. Si prevede un bonus di circa € 600 per beneficiario.

 

RISORSE FINANZIARIE: €30.505.936 POR FSE 2014-2020

 

TEMPI: immediata attribuzione risorse aggiuntive rispetto agli assegni di cura (attraverso gli Ambiti Territoriali o Asl)

 

 

*******

 

 

AZIONE 2.:      SOSTEGNO AI SERVIZI SOCIO – ASSISTENZIALI SUL TERRITORIO

 

  1. azioni di sostegno a persone con gravissima disabilità e ad anziani non autosufficienti (per € 39.959.000);
  2. Misure di sostegno alla rete integrata di interventi e servizi sociali (per € 57.318.045);
  3. Azioni di assistenza alle donne e al finanziamento di centri antiviolenza (283.339).

 

Le suddette azioni verranno realizzate dagli Ambiti Territoriali con risorse nazionali messe a disposizione dal bilancio della Regione, a seguito della loro reiscrizione.

 

RISORSE FINANZIARIE: € 98.560.384

 

TEMPI: erogazione delle risorse agli Ambiti Territoriali entro il mese di aprile 2020

 

 

*******

 

 

AZIONE 3.:           INTERVENTI PER IL RECUPERO E LA REDISTRIBUZIONE DELLE ECCEDENZE ALIMENTARI

 

  • redistribuzione in favore delle persone in stato di indigenza o di grave disagio sociale nei Comuni che ne faranno richiesta;
  • redistribuzione in favore delle persone immigrate negli insediamenti del basso Sele, di Castel Volturno e Comuni limitrofi.

 

Beneficiari: persone in stato di indigenza grave disagio sociale e immigrati

 

RISORSE FINANZIARIE: € 2.400.000 Bilancio regionale e SUPREME Italia (Ministero del lavoro e politiche sociali)

 

TEMPI: Avviso pubblico (già predisposto) per Manifestazione interesse con individuazione soggetto che svolga attività di distribuzione

 

 

*******

 

 

AZIONE 4.:           ULTERIORI AZIONI PER LE PERSONE IMMIGRATE NEGLI INSEDIAMENTI INFORMALI DEL BASSO SELE, DI CASTEL VOLTURNO E COMUNI LIMITROFI

 

  1. a) sistemazione di immobili destinati al temporaneo alloggio degli immigrati, (€ 1.473.000);
  2. b) acquisizione di servizi di trasporto per supportare la mobilità, contrastando il rischio di contagio tra i lavoratori (€ 350.000);
  3. c) interventi di mediazione e sostegno psicologico, (€000);
  4. d) campagne di comunicazione e informazione, per accrescere la consapevolezza dei rischi dell’epidemia e contenere il contagio, (€ 175.680);
  5. e) interventi per garantire servizi medici ed infermieristici e l’acquisto di kit igienici, (€985.200).

 

Beneficiari: immigrati

 

RISORSE FINANZIARIE: € 3.748.880 SUPREME Italia

 

TEMPI: immediata realizzazione anche attraverso società in house regionali

 

 

*******

 

 

AZIONE 5.: MISURE DI SOSTEGNO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO

 

Misura di sostegno agli studenti scuola superiore e università per lo svolgimento della didattica a distanza (anche attraverso il contributo acquisto di personal computer, etc.)

 

Misura di sostegno straordinario/una tantum a favore di studenti fuori sede per mancata fruizione degli alloggi per emergenza epidemiologica Covid-19

 

RISORSE FINANZIARIE: € 10.000.000

 

 

*******

 

 

AZIONE 6.:           POTENZIAMENTO SERVIZI SOCIALI MEDIANTE ANTICIPAZIONE RISORSE AGLI AMBITI TERRITORIALI

 

Per mettere in atto tutte le misure idonee a fronteggiare l’attuale situazione emergenziale attraverso il potenziamento dell’offerta di servizi sociali essenziali in favore dei cittadini destinatari di prestazioni sociali

 

RISORSE FINANZIARIE: € 15.221.510

 

TEMPI: riparto ed erogazione immediata delle risorse agli Ambiti Territoriali della Campania

 

 

*******

 

 

AZIONE 7.: INTERVENTI A FAVORE DELLE FAMIGLIE CON FIGLI AL DI SOTTO DI 15 ANNI

 

Interventi da indirizzare alle famiglie residenti in Campania per l’accudimento dei figli al di sotto dei quindici anni, durante il periodo di sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole.

 

Un primo contributo viene erogato, per le famiglie in cui entrambi i genitori sono lavoratori, per le spese relative a servizi di babysitting e assistenza domiciliare per la didattica a distanza, materiali e supporti informatici per l’accesso a piattaforme di formazione a distanza, servizi di connettività, materiali ed attrezzature per la didattica.

Il contributo è assegnato ed erogato alle famiglie (circa 17.500 famiglie) fino ad un importo massimo di € 500,00 a prescindere dal numero di figli, come di seguito specificato:

  1. €. 500,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 20.000,00 (compresi);
  2. €. 300,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 35.000,00 (compresi).

 

Un secondo contributo viene destinato alle famiglie per l’acquisto di attrezzature, strumenti informatici ed altri supporti per l’accesso ai servizi didattici e socio-educativi.

Per i destinatari, (circa 17.500 famiglie) un contributo, di un valore medio di € 400 (per famiglia) come di seguito specificato:

– €. 500,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 20.000,00 (compresi);

– €. 300,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 35.000,00 (compresi).

 

Beneficiari: famiglie con almeno un figlio minore di 15 anni

 

Risultato atteso: si ipotizzano 35.00 famiglie

 

RISORSE FINANZIARIE: € 14.000.000 dal Bilancio regionale (€ 7.000.000 per il primo contributo e € 7.000.000 per il secondo)

 

TEMPI: immediati anche attraverso affidamento società in house regionali

 

 

 

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE