Piero Pelù risarcisce Renzi con 20mila euro: lo definì “il boy scout di Lucio Gelli”


Querela ritirata: l'accordo tra le parti è stato raggiunto poco prima dell'inizio del Festival

55

Ventimila euro.  E’ la cifra che Pierò Pelù ha corrisposto come risarcimento a Matteo Renzi per averlo definito “il non eletto e boy scout di Licio Gelli” in occasione del concertone del Primo maggio 2014, a Roma.



La notizia è stata data dal Corriere della Sera: le parti hanno raggiunto l’accordo con vincolo di riservatezza proprio poco prima dell’inizio del Festival di Sanremo, per cui la querela del leader di Italia Viva, presentata ad aprile, è stata ritirata. Il ‘ragazzaccio’ toscano si è comunque ampiamente consolato con il quinto posto ottenuto sul palco dell’Ariston con la sua ‘Gigante’.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE