Quattro agenti della polizia penitenziaria picchiati dai camorristi nel carcere


12440

Quattro agenti della polizia penitenziaria in servizio presso il carcere di Avellino sono stati aggrediti e picchiati da alcuni detenuti, presunti camorristi, al culmine di una lite tra compagni di cella. Un ispettore e tre assistenti, intervenuti nella sezione dove è esplosa la rissa, nel tentativo di riportare l’ordine sono stati colpiti con calci e pugni riportando traumi e lesioni in varie parti del corpo per cui si è reso necessario il loro trasferimento in ospedale. La notizia viene confermata dai sindacati della polizia penitenziaria.



In particolare, uno degli agenti è stato colpito da una macchinetta per il caffè da un detenuto che gli ha provocato una ferita lacero-contusa suturata con nove punti. Le organizzazioni sindacali, che hanno espresso solidarietà agli agenti feriti, tornano a sottolineare le continue quotidiane aggressioni nei confronti della polizia penitenziaria dovute «a politiche sbagliate a cominciare dalla cosiddette celle aperte» a fronte di organici sottostimati. I sindacati chiedono «un’inversione di rotta».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE