Raro tumore alla trachea, 18enne operato e salvato al Cardarelli


818

Una storia di buona sanità, che valorizza una delle eccellenze di Napoli come il Cardarelli. Un paziente di 18 anni è stato operato per un raro tumore maligno della trachea porzione mediastinica, intratoracica, che aveva creato una stenosi, ossia un restringimento della trachea che gli procurava una difficoltà alla respirazione nonostante la procedura endoscopica. Con un intervento di resezione tracheale e plastica, release con apertura del pericardio e protesi pericardica, è stato possibile risolvere la situazione. Il tutto dopo otto ore di intervento. Poi rientro in reparto in respiro spontaneo, per stare con la famiglia, dopo una notte in terpia intensiva e un decorso previsto 7 giorni. In un post sulla pagina Facebook dell’azienda ospedaliera collinare, il direttore generale Ciro Verdoliva scrive che «la madre all’uscita del figlio dalla sala operatoria in lacrime per la tensione e la durata dell’intervento, dopo aver chiesto com’era andata la procedura, ha ringraziato Gianluca continuando a ribadire che nonostante ci fossero state pressioni per andare in altre strutture ha fortemente creduto in noi. Merito e ringraziamento a tutta l’equipe della Chirurgia toracica diretta dal dottor Gianluca Guggino, agli anestesisti per la difficile gestione dell’intervento, agli infermieri della sala operatoria che hanno operato nella massima collaborazione, ai colleghi della Broncologia e della Terapia Intensiva Post Operatoria.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE