Ritrova il biglietto vincente dopo 5 anni, lo Stato non vuole pagarlo


644

Ritrovare dopo oltre 5 anni un biglietto della lotteria Italia, giocato in un piccolo tabacchi della periferia di Lecco il 31 dicembre 2012, può sembrare cambiarti la vita…ma per Alessandro R., 40 anni, campano, purtroppo, non è stato così. L’uomo si è infatti rivolto all’Associazione italiana risparmiatori per cercare di ottenere la sua vincita. Durante le Feste di Natale del 2012 Alessandro, mentre si trovava a Lecco presso i parenti, aveva acquistato un biglietto. Poi lo aveva lasciato da qualche parte senza dargli troppa importanza. E così il 6 gennaio 2013 al momento delle estrazioni del gioco nazionale non si è accorto che il suo biglietto era tra quelli vincenti il primo premio per una cifra pari a 5 milioni di euro. Passano gli anni e l’uomo che lavora come cassiere di supermercato continua a condurre la sua vita tranquillamente. Qualche mese fa decide di riordinare la libreria di casa ed in un libro ritrova quel biglietto e scopre di aver vinto. Si reca a Roma ai Monopoli di Stato per incassare la grossa somma ma dagli uffici si sente rispondere che il premio può essere riscosso entro 5 anni dall’estrazione. Adesso si è aperto un contenzioso nel quale l’associazione dei consumatori cerca di dimostrare che i 5 anni decorrono da quando il vincitore ha avuto notizia della vincita.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE