Salvini a Napoli, i centri sociali: “Regia dietro gli scontri” GUARDA IL VIDEO


239



“Riteniamo il comportamento della questura irresponsabile”. Cosi’ Raniero Madonna, attivista della rete Mai con Salvini, commenta gli scontri avvenuti sabato in occasione del comizio di Matteo Salvini a Napoli. “Il giorno precedente al corteo – spiega all’Agenzia Dire – gli era stato fatto presente che non era il caso che Salvini venisse alla Mostra d’Oltremare a parlare a Napoli, dopo anni di offese e accuse. La questura e il ministro Minniti hanno imposto la decisione di far venire la Lega Nord in citta’”. Il manifestante ricorda come “obiettivo dichiarato del corteo era di portare un foglio di via a Salvini. A Fuorigrotta – aggiunge – il corteo e’ caduto in una trappola organizzata dalla questura con 1500 uomini blindati e armati di idranti: mancavano solo i carrarmati. Pensiamo ci sia stata una risposta irresponsabile da parte della questura, saremo contenti quando andranno a cercare i veri black bloc tra i funzionari e i colletti bianchi: stamattina 70 arresti. I violenti non sono tra i manifestanti”.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE