San Giovanni a Teduccio, bruciata la pizzeria “Cibus”: è racket


1277

È il terzo locale commerciale preso di mira sul corso San Giovanni a Teduccio in un mese: la pizzeria “Cibus”. Troppi episodi per essere una coincidenza secondo gli investigatori della polizia che seguono i casi, anche se nessuno dei titolari ha dichiarato di aver subito minacce estorsive o di altra natura. Eppure la pista più battuta conduce proprio al “pizzo” in una zona sotto l’influenza del clan Mazzarella.



A ciò si aggiunge che l’escalation sta avvenendo in contemporanea alla guerra con i Rinaldi, circostanza che rende ancora più preoccupante la situazione. L’altra notte sarebbero entrati in azione due malviventi in sella a uno scooter. Si sono avvicinati all’ingresso della pizzeria “Cibus” e uno di essi ha cosparso di benzina la porta d’ingresso dando poi fuoco. Le fiamme hanno distrutto l’ingresso annerendo anche una parete interna, ma nel complesso non è stato un danneggiamento notevole.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE