Sciopero dei benzinai in corso: 48 ore senza carburanti, è caccia al pieno

0
483

È cominciato alle 6 di questa mattina lo sciopero di 48 ore dei benzinai indetto da Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc Anisa Confcommercio con la chiusura degli impianti stradali e autostradali. I gestori protestano contro i nuovi adempimenti ritenuti “inutili e onerosi”, tra cui la fatturazione elettronica, i registratori di cassa telematici l’introduzione di Documenti di trasporto (Das). Lo sciopero terminerà alle ore 06.00 di venerdì 8 novembre.

Intanto regna la calma sui listini della rete carburanti italiana, nel giorno dell’avvio dello sciopero. Con le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo di nuovo stabili dopo gli aumenti di ieri, infatti, non si registrano oggi interventi sui prezzi raccomandati da parte delle compagnie.