Scontro tra Ischia e Procida per la vendita del pesce


354

NAPOLI. All’ordinanza del sindaco di Ischia Giosi Ferrandino, risponde con un ricorso al Tar il sindaco di Procida Raimondo Ambrosino. Ma andiamo con ordine. L’ordinanza di Ferrandino vieta la vendita del pesce al mattino presto, infatti, si legge che si «consente la vendita presso il piazzale Aragonese di Ischia Ponte per il tratto di banchina lato nord, compreso tra il pontile e la scogliera lato ponente, ai soli produttori, pescatori e titolari di licenza di pesca residenti nei Comuni dell’isola d’Ischia dalle ore 6.30 alle ore 10.30 di tutti i giorni feriali». Ai non residenti e quindi ai pescatori di Procida la possibilità di accosto al pontile e quindi la vendita “dalle ore 10.30 alle 14.30 di tutti i giorni feriali». Una disposizione ritenuta «limitativa degli interessi economici dei pescatori di Procida», dal sindaco Ambrosino che si è rivolto al Tar.



 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE