Scontro politico sul coronavirus: Conte spinge per un “protocollo unico”, la Lombardia: “Governo incapace”


La proposta del premier fa insorgere il centrodestra

71

La tregua è finita. A romperla è la Lombardia e, più in generale, il centrodestra. Tutto è nato dalle dichiarazioni del premier Conte che ha prospettato una sorta di commissariamento delle Regioni per affrontare l’emergenza coronavirus in modo unitario.



Il presidente della Lombardia Attilio Fontana non ci sta: “Il governo inizia a essere fuori controllo”. Rincasa la dose l’assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera: “Parole inaccettabili da una persona ignorante. Noi abbiamo applicato i protocolli predisposti dall’Istituto superiore di sanità. Sta venendo a galla la totale incapacità del governo di affrontare qualcosa che loro avrebbero dovuto prevedere”. Sulla stessa lunghezza d’onda il numero uno del Piemonte, Alberto Cirio: “Un’uscita infelice e poco chiara”.

Conte prova a gettare acqua sul fuoco affermando che è arrivato il “momento del confronto con tutti i governatori, per concordare le prossime azioni. Noi proporremo un protocollo condiviso per evitare di andare in ordine sparso”.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE