Scritte e insulti contro la Lega, ma era quella Navale


116

L’obiettivo era la Lega di Salvini, ma chi ha imbrattato i muri dell’edificio all’interno del porto Molo Masuccio di Salerno deve averla confusa con la Lega Navale. E così una scritta contro il partito di Salvini comprare sui muri dell’associazione con sede all’interno del porto salernitano.



«Alcuni giorni fa – racconta Giuseppe Gallo, vicepresidente della Lega Navale Salerno – abbiamo trovato questa scritta. Io e tutti i soci siamo rimasti perplessi per questo episodio. Purtroppo, dal primo pomeriggio alla mattina presto, questa zona diventa terra di nessuno e non vi sono neanche le telecamere. Ho sporto denuncia ai carabinieri e attendevamo disposizioni dai militari prima di rimuovere la scritta. Ci hanno detto di poter provvedere e credo che entro domani procederemo a toglierla. Siamo certi che gli autori siamo stati dei balordi. Nulla di più». L’episodio è stato reso noto dopo che domenica c’è stata l’esplosione – nel comune salernitano di San Valentino Torio – di una bomba carta dinanzi la locale sede della Lega.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE