«Ieri mattina, unitamente ai miei legali, gli avvocati Massimiliano Tisbo e Giuseppe La Venuta ho depositato presso la Procura di Napoli querela per diffamazione ai danni della collega Valeria Ciarambino (M5S), presidente della commissione Trasparenza, relativa alle sue dichiarazioni apparse nei giorni 14 novembre e 15 novembre sugli organi di stampa. Ho assunto questa decisione estrema per tutelare la mia onorabilità e trasparenza nel ruolo istituzionale che ricopro, inoltre ho rassegnato le dimissioni da componente della I commissione Trasparenza perché sono venuti a mancare i presupposti democratici in grado di permettere un sostegno e un impegno ai lavori della commissione. Inoltre ritengo non sia corretto continuare a ricoprire due ruoli istituzionali in contrasto tra loro, come la funzione di capo gruppo del Movimento 5 stelle, ruolo decisamente politico e Presidente di commissione, ruolo che è invece super partes proprio a garanzia di tutte le componenti della commissione, nel rispetto del pluralismo delle idee».

Sono le parole del consigliere regionale e commissario di Italia dei Valori, Francesco Moxedano.