Terrore nel Napoletano, 14enne ucciso dalla meningite


747

Dramma a Casoria per la morte di Rosario, uno studente di circa 14 anni della scuola “Andrea Torrente” di Casoria. Frequentava la prima classe dell’indirizzo turistico. La notizia ha fatto presto il giro dell’istituto e dell’intera città, seminando paura tra i genitori. Il giovane era ricoverato, dopo un malore, da giovedì all’ospedale Cotugno per una meningite virale (che non contagiosa) e domenica è deceduto nello stesso ospedale per le malattie infettive. Il dirigente scolastico Giovanni De Rosa ha parlato alla redazione di Nano Tv spiegando che non c’è nulla di cui preoccuparsi perché non si tratta di meningite contagiosa ma ha provveduto comunque a contattare l’Asl Napoli 2 nord. Quando si tratta di meningite virale non sono previsti i protocolli di sicurezza visto che, a differenza di quella batterica, non è contagiosa. Oggi stesso ci sarà un incontro a scuola per rassicurare tutti i genitori; saranno presenti i medici dell’Asl. Spiega il preside: «Dopo esser stati avvisati, ci siamo subito attivati con l’Azienda sanitaria Napoli 2 Nord per mettere in campo tutte le iniziative che si mettono in campo in questo caso. L’Asl era a conoscenza di questo caso, perché come avviene in questi casi, l’ospedale Cotugno avvisa l’Azienda sanitaria locale di competenza. Quando si tratta di meningite virale, non sono previsti protocolli di sicurezza. Però ho voluto che i medici presenziassero domani (oggi, ndr) a scuola per rassicurare tutti su questo caso».



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE