Tofalo (M5S): «Renzi diffama e poi scappa, ora chiedo danni»


367

«Qualche settimana fa, ho postato un video in cui vi raccontavo le motivazioni per cui ho dato mandato ai miei legali di procedere nei confronti del signor Matteo Renzi. Le sue bugie non possono restare impunite. Così come i media non possono arrogarsi il diritto di spacciare assurde menzogne come scontate verità. Dopo essere stato accusato, tra le altre cose, di “trattare con la parte sbagliata”, solo per aver cercato informazioni dai principali interlocutori libici, in totale trasparenza, con l’attenzione che si deve ad un paese strategico, oggi scopriamo, grazie ai selfie di Minniti con Haftar, che l’interlocutore in Libia non è più uno soltanto». Lo scrive sul suo blog Angelo Tofalo, deputato M5S e membro del Copasir.



«Qualche giorno fa – racconta – avrebbe dovuto aver luogo il primo incontro tra me e il signor Matteo Renzi in occasione della Mediazione Obbligatoria. L’ex presidente del Consiglio avrebbe potuto approfittare del momento per chiedere scusa al sottoscritto ed al MoVimento 5 Stelle per aver raccontato fatti totalmente falsi. Poteva farlo proprio lì, presso la sede dell’Organismo preposto per la mediazione obbligatoria, ma non si è presentato, né lui né il suo avvocato».

«La cosa ancora più sconcertante – lamenta Tofalo – è il fatto che il governo Renzi era proprio quello che tanto caldeggiava e invogliava a questa pratica, quella appunto della mediazione obbligatoria. Bene, vorrà dire che mi difenderò in tribunale; la prossima volta però a Renzi converrebbe evitare di accusare Travaglio per non essersi presentato all’udienza di conciliazione con il padre Tiziano visto che alla fine si è comportato allo stesso modo».

«Il tempo del buonismo cara Gruber è finito, verrebbe da dire, quindi, accantonata questa pratica obbligatoria che il signor Matteo Renzi ha totalmente ignorato, pur avendo ricevuto regolare raccomandata A/R, ho definitivamente dato mandato al mio avvocato di procedere per vie legali alla richiesta del risarcimento danni verso tutti coloro i quali saranno ritenuti responsabili. Come già detto, ogni euro che riceverò come risarcimento danni dal signor Matteo Renzi sarà utilizzato per la formazione di giovani studenti nel settore della Sicurezza», conclude l’esponente del M5S.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE