Truffa del pacco a un’anziana: al posto del computer c’è lo zucchero


290

Ancora un truffa consumata in danno di una persona anziana. La vittima, questa volta, è una signora di 89 anni, residente ad Avellino, alla quale è stato estorto denaro con un semplice ma consolidato sistema. Ha ricevuto una telefonata, il cui interlocutore, spacciandosi per il nipote, ha riferito che di lì a poco sarebbe passato, presso l’abitazione, una persona da lui incaricata a riscuotere la somma di 4000 euro quale saldo per l’acquisto di un personal computer. Nella circostanza, il sedicente nipote ha riferito di aver già versato la somma di 400 euro quale caparra che sarebbe andata persa laddove non fosse stato versata in contanti la somma residua del prodotto acquistato. Passato pochissimo tempo, un giovane si è representato presso l’abitazione della donna con un grosso pacco e così come convenuto ha chiesto la somma di denaro. L’anziana signora, per nulla insospettita, dopo aver ritirato il pacco, peraltro ben confezionato, ha elargito i 400 euro in contatti. Sul posto gli agenti della Questura di Avellino che si sono subito adoperati immediatamente a raccogliere ogni utile elemento atto all’identificazione del truffatore. Il pacco, abilmente confezionato, conteneva scatole di zucchero.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE