Una strategia di business per gli e-commerce deve essere pianificata con cura: ecco come


74

Senza una strategia di business precisa e studiata in modo meticoloso, nessuna piattaforma di e-commerce è in grado di conseguire il successo auspicato. Tale strategia deve essere programmata nello stesso momento in cui il sito viene progettato, dal momento che essa contribuisce a definire, e in ogni caso a influenzare, il suo funzionamento. Poiché le tecniche di vendita tra cui si può scegliere sono molteplici, è opportuno che ciascuna attività sia in grado di individuare la migliore.



La tecnica di upselling

Una delle tecniche che vengono ritenute più efficaci, e che proprio per questo vengono utilizzate di frequente, è quella di upselling: si tratta di offrire alla clientela un prodotto di qualità più elevata e con un prezzo maggiore rispetto a quello cercato in origine. Secondo tale strategia, il prodotto che viene proposto deve avere caratteristiche paragonabili al prodotto desiderato, con – ovviamente – un valore aggiunto: così è possibile comunicare il messaggio che il costo superiore sia correlato a un valore maggiore e a performance superiori. Chiaramente, la tecnica di upselling è indicata quando si è certi di avere a che fare con clienti che, a fronte di un prodotto dagli standard di qualità prossimi all’eccellenza, sono disponibili a spendere di più.

La strategia bundle

Un’altra strategia che si può mettere in atto per il business di un e-commerce prevede l’offerta di diversi prodotti collegati: si parla, a tal proposito, di bundle. In questo caso il valore non deve essere ricercato nell’oggetto singolo, quanto nell’offerta complessiva, che dovrebbe essere in grado di assecondare una necessità specifica. I kit di accessori per il bagno rappresentano uno degli esempi più comuni in tal senso: non si tratta solo di mettere insieme più prodotti, ma di riunirli in una confezione a tema e personalizzata che finisce per costituire il reale valore aggiunto che il cliente desidera.

Come si costruisce e si gestisce un e-commerce

L’impiego di un software gestionale e-commerce è importante per automatizzare operazioni ripetitive, ma soprattutto per ridurre al minimo le probabilità di errore che, invece, sono sempre significative quando mansioni ordinarie vengono affidate alle risorse umane. Risorse che, così, possono essere destinate ad altri compiti: per esempio, il miglioramento della user experience del sito. Qualunque sia il settore merceologico di appartenenza, un negozio online deve riuscire a comunicare lo spirito del marchio e a far conoscere la filosofia aziendale in tutte le sue dimensioni.

L’usabilità di un e-commerce

Ma quali sono le variabili che rendono un e-commerce più o meno apprezzabile dal punto di vista della user experience? L’equilibrio tra le immagini e il testo, per esempio, ma anche la qualità delle foto che vengono inserite, così come i font e i colori che vengono scelti. Come si vede, si tratta di elementi grafici che devono essere selezionati e gestiti in modo da garantire una coerenza con l’identità del brand e interagire in armonia gli uni con gli altri. L’esperienza di navigazione degli utenti è influenzata in modo significativo dal design del sito: solo se questo è piacevole è probabile che i visitatori ritorneranno.

Fidelizzare la clientela

Tra i numerosi aspetti che contribuiscono a fidelizzare la clientela, quindi, c’è anche l’efficacia della user experience, che a sua volta dipende dalla qualità del design e dell’interfaccia grafica. È importante che i contenuti risultino accattivanti e che siano curati in ogni dettaglio, ma soprattutto che le pagine si carichino in modo istantaneo, senza lunghi tempi di attesa che finirebbero per indurre gli internauti ad abbandonare il sito e a decidere di non farvi più ritorno.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE