Vittoria morta in Vespa, angoscia per il fidanzato: rischia danni permanenti

0
141

Ragazzina di 14 anni morta in un incidente a Farra di Soligo. Vittoria De Paoli era insieme a un amico sulla Vespa quando in curva il ciclomotore è andato dritto, schiantandosi contro un palo. Gravissimo il giovane alla guida della Vespa.

Ad acuire il dramma senza fine di Farra di Soligo non è solo la tragica morte di una ragazza di appena 14 anni. Aggiunge dolore al dolore lo straziante bollettino medico che riguarda A.S., l’amico 16enne alla guida della Vespa Ets 125. Studente al Cerletti di Conegliano, versa in condizioni critiche nel reparto di terapia intensiva del Ca’ Foncello dove la notte tra sabato e domenica è arrivato dopo una disperata corsa contro il tempo.

Il giovane, 17 anni da compiere a ottobre, è tenuto in coma farmacologico dal momento del suo arrivo. I primi testimoni che dopo lo schianto in via Rialto a Farra lo avevano soccorso avevano da subito dichiarato di aver temuto per la sua stessa vita. Dopo essere stato intubato e stabilizzato, una volta a Treviso è stato sottoposto a una delicatissima operazione alla testa per cercare di riassorbire un vasto ematoma cerebrale, a sua volta causato dal tremendo impatto del suo corpo contro la cuspide di una recinzione metallica. A.S. per quel breve giro sullo scooter del papà non aveva indossato il casco e l’effetto delle contusioni rimediate è stato devastante. Oltre all’emorragia cerebrale ha anche riportato diverse fratture, in particolare a una gamba e a una mano. La prognosi resta riservata ed è destinata a esserlo per almeno due settimane. Solo allora i medici preventivano di provare a svegliarlo. «Ha tanti traumi ma quelli sono il meno. Le ossa guariscono, le ferite si rimarginano commenta papà Roberto commosso. Quello che davvero ci preoccupa sono le lesioni alla testa. Il colpo è stato tremendo.